Homepage Chi siamo L'ultimo numero Archivio Abbonarsi Contattaci Link
 
 
   
 



  Luciano Villa


Medico di lunga esperienza plurispecialista (in Igiene e sanità pubblica, in Malattie Infettive ed in Medicina del Lavoro), Medico Competente dell'Azienda Ospedaliera della Valtellina e Valchiavenna, titolare del corso "Rischi e prevenzione nelle strutture sanitarie" alla Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro dell'Università degli Studi di Pavia, componente del Centro di Collaborazione con l'Organizzazione Mondiale della Sanità della Facoltà di Medicina dell'Università di Milano ed autore di oltre 400 pubblicazioni scientifiche tra cui diversi volumi innovativi sulla prevenzione dei rischi professionali, tra cui "La protezione collettiva ed individuale (DPI) nella sanità: rischi biologici e chimici" (un problema reale e molto sentito dagli operatori), "Rischi e prevenzione nella manipolazione dei farmaci antineoplastici" (considerati ala stregua dei cancerogeni) e "La prevenzione dei rischi nella movimentazione manuale degli utenti della sanità" (un grosso problema che trova effettive soluzioni pratiche e che è alla base di molte limitazioni per gli addetti)".
Presidente del Centro Studi Tibetani "Sangye Cioeling" di Sondrio ( il cui nome è stato conferito da Sua Santità il Dalai Lama) appartenente alla FPMT Federation for Preservation of Mahayana Tradition; è anche un esperto della cultura himalayana e tibetana che, dal 1970 ha iniziato ad esplorare le regioni più remote del pianeta (Africa: Marocco, Egitto, Sudan, Kenia, Tanzania, Zambia, Ruanda, Burundi, Congo, Botswana, Sud Africa, Namibia, Centrafica, Ciad, Camerun, Mali, Senegal; America: USA, Messico, Guatemala, Honduras, Venezuela, Perù, Bolivia, Brasile, Argentina, Cile; Asia: Cina, Afghanistan, Iran, India, Nepal, Indonesia, Malesia, Filippine, Birmania, Tailandia); sempre alla ricerca delle culture minacciate d'estinzione, ha coordinato soprattutto numerosi pellegrinaggi-esplorazioni sull'Himalaya-Indukush-Karakorum ed in Tibet (a Lhasa, Shigatzè, Gyantze e nelle regioni settentrionali dell'Amdo, al Monte Kailash e sulla grande catena del Kun Lun Shan, sul Pamir, fino ai distrutti Budda di Bamyan in Afghanistan) ed in India (agli insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama a Dharamsala nel '98, '99, 2001, 2003, 2004, 2006, 2007 e 2008; a Bodhgaya nel '99, a Sera Monastery nell'India del Sud nel '93-'95; alle grandi iniziazioni del Kalachakra conferite da Sua Santità il Dalai Lama nel 1985 a Rikon, nel 1996 a Taboo nell'Himalaya Indiano, nell'agosto 2000 a Ky Gompa nella remota valle himalayana dello Spiti, nel 2002 a Graz in Austria e nel gennaio 2006 ad Amravati nell'India del Sud; nei monasteri del Ladhak nel '76, '99, 2001, 2002, 2003, 2004; a Parigi nel 2003, a Zurigo nel 2005, ad Amburgo nel 2007, a Nantes nel 2008. Coi suoi gruppi ha avuto l'immenso piacere e l'onore d'essere ricevuto più volte in udienza privata da Sua Santità il Dalai Lama ed ha raccolto importanti e significative interviste-insegnamenti da grandissimi Lama come Sua Santità il Karmapa, il Ven. Prof Samdhong Rinpoche (Capo del governo tibetano in esilio), il Ven. Rizong Rinpoche, il Ven dagri Rinpoche, il ven Ghesce Ciampa Gyatzo Rinpoche, il ven Ghesce Yesce Tobten Rinpoche, il ven Ghesce Tenzin Darghye Rinpoche (l'organizzatore del Kalachakra di Graz), il Ven Tulku Gyatzo, il ven Ghesce Tenzin Temphel: vedi il sito http://www.sangye.it/.


 
 
  Torna all'elenco  
nereal.com . 04-11